Mercoledì, 30 Settembre 2020

IL PRIMO CONSIGLIO COMUNALE DI CORTEMILIA



IL PRIMO CONSIGLIO COMUNALE DI CORTEMILIA


La prima riunione del Consiglio comunale di Cortemilia, dopo le elezioni amministrative del 20 e 21 settembre, si è svolto “in presenza” all’interno della chiesa di San Francesco nel rispetto delle norme sull’emergenza sanitaria.
Roberto Bodrito, confermato sindaco per il secondo mandato consecutivo, ha detto: «Ringraziamo innanzitutto le persone che ci hanno dato fiducia. Sono molto orgoglioso della squadra che si appresta ad amministrare Cortemilia, composta da persone con diverse competenze e grandi motivazioni. Abbiamo alcuni progetti da completare e altri da iniziare. Il grande lavoro fatto negli ultimi anni ha dato a Cortemilia un ruolo di riferimento per tutto il territorio e i rapporti instaurati con i diversi enti consentono di poter guardare con fiducia alla prossima programmazione. Saremo a disposizione di tutti e insieme lavoreremo per il bene del nostro paese».
Il primo cittadino ha poi distribuito deleghe agli assessori e a tutti i consiglieri, trattenendo per sé le competenze relative a pianificazione, programmazione, sostenibilità, rapporti con gli enti, bandi, sanità, agricoltura, edilizia privata e transizione digitale, mentre al vicesindaco Simone Dessino spetteranno opere pubbliche, sviluppo urbanistico, manutenzione dell’infrastrutture e viabilità. L’assessore Fiorenzo Crema si occuperà di programmazione finanziaria e politiche tributarie.
Tra i consiglieri, a Stefano Barberis è stata affidata la delega alla promozione del settore agroalimentare, alla valorizzazione di Monte Oliveto e della scuola della pietra, sport e rapporti con le associazioni, mentre Lina Degiorgis si occuperà di politiche sociali e della famiglia, Informagiovani e rapporti con il terzo settore. A Giovanni Giuseppe Destefanis l’incarico per la gestione delle attività culturali, le mostre e i rapporti con la biblioteca, mentre a Fabio Maggio i servizi per l’istruzione e i rapporti con gli istituti scolastici e la scuola civica musicale. A Bruno Mollea la manutenzione della viabilità rurale, i rapporti con le frazioni e la sicurezza; a Bruna Sismonda il decoro urbano e le politiche per gli anziani; a Paola Veglio lo sviluppo delle attività produttive, l’innovazione tecnologica e l’ambiente. Infine, a Marco Zunino sono andate le deleghe alla promozione turistica, manifestazioni, politiche giovanili, rapporti con la Protezione civile, con il settore commercio e la stampa.