Venerdì, 24 Luglio 2020

CORTEMILIA è cultura



CORTEMILIA è cultura


Cortemilia è cultura, dal 1° al 30 agosto, propone un itinerario che traccia il perimetro di un museo diffuso: arte, architettura e storia s’incontrano nei giardini privati, nei palazzi storici e nelle botteghe. Una ventina di esposizioni personali e collettive d’arte contemporanea con opere di artisti nazionali e internazionali. La grande esposizione cortemiliese è promossa dal Comune, con il contributo della Fondazione Crc e il patrocinio di Regione Piemonte e Provincia di Cuneo.
Nel borgo di San Michele sono quindici le esposizioni. Si parte da piazza Castello con le mostre di scultura di Mario Mondino e Cristina Saimandi. Nei locali di piazza Oscar Molinari, invece, spazio ai quadri di Mauro Rosso, alla mostra fotografica di Michele Pellegrino e ai disegni a dipinti esposti della famiglia Mezzano, mentre nel palazzo della Pretura troverà posto la personale di Angelo Ruga. In via Dante Alighieri ci saranno: la mostra di Elena Fonti, le sculture di Roberto Scarpone, la collettiva di dipinti sugli scorci di Cortemilia, le installazioni in ceramica di Gabriella Gastaldi Ferragatta, le sculture in ceramica e porcellana di Fabio Ciancaglini e le opere in cartapesta, collage e incisioni di Marco Laganà, oltre alle proiezioni dei video delle “12 parole” realizzati nel periodo del lockdown dalla Biblioteca civica. In viale Marconi, spazio all’esposizione dei lavori realizzati dall’Estate ragazzi. Inoltre, con l’apertura del Museo diocesano di piazza Don Demetrio Castelli, ci saranno le visite guidate del professor Giovanni Destefanis. Nella sala del Consiglio comunale si potranno vedere le illustrazioni di Severino Baraldi sulla storia di Cortemilia, mentre nel convento di San Francesco si viaggerà al centro del mondo con una scenografia virtuale per raccontare il legame di Cortemilia con la sua nocciola.
Nel borgo di San Pantaleo, l’Associazione femminile Il girasole, nei locali di via Bonafous, presenta le opere eseguite dal gruppo Colorando. In via Cavour, troveranno posto i quadri di Norberto Castrocane e di artisti vari, Beppe Schiavetta e Kristina Comiotto, le sculture di Emanuele Greco, le installazioni di Renza Laura Sciutto e le opere di Giorgio Moiso. Sempre lungo via Cavour ci sarà un’esposizione a cielo aperto delle illustrazioni di Severino Baraldi sulla Santa Spina. Infine, in via La Pieve, la mostra di armi bianche antiche di Ezio Cenci Il Signore delle spade e le sculture in pietra di Langa di Remo Salcio.

Dice il sindaco Roberto Bodrito: «In questo particolare momento per eventi e manifestazioni, Cortemilia è cultura è un primo risultato eccellente di un lavoro che non si è mai fermato. Allo stesso tempo vogliamo sostenere l’attività degli esercizi commerciali del nostro paese duramente colpiti negli ultimi mesi da una crisi importante. Desidero ringraziare tutti gli artisti, i volontari, i proprietari dei locali e i curatori delle mostre: Valeria Guglielmi dell’Ufficio turistico del Comune, Ricordi e desideri di Rino Buschiazzo e Monica Canova, Donatella Murtas e Roberta Cenci di Biblioteca civica ed Ecomuseo, la famiglia Mezzano ed Elisa Gallo».

L’inaugurazione dell’itinerario culturale si terrà sabato 1° agosto, alle 17, in piazza Oscar Molinari e sarà visitabile dal venerdì alla domenica, dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 19.30. Sono previste aperture straordinarie durante la Fiera nazionale della nocciola, in programma dal 21 al 30 agosto. Intanto, domenica 2 agosto partono gli aperitivi culturali: alle 18, nel palazzo della Pretura, Giovanni Gobbi e il direttore del sito Unesco, Roberto Cerrato, parleranno di Angelo Ruga, arte come cura del paesaggio.
Per informazioni si può contattare l’Ufficio turistico del Comune di Cortemilia allo 0173-81.027 (interno 5), scrivere a turismo@comune.cortemilia.cn.it o consultare il sito www.comunecortemilia.it.