20/02/2020

LEGGERE IL CARNEVALE DELLA TRADIZIONE



LEGGERE IL CARNEVALE DELLA TRADIZIONE


SAPER LEGGERE E SCRIVERE
Rassegna di incontri sui temi della lettura e della scrittura a 360°
SESTA EDIZIONE – QUINTO INCONTRO
 
LEGGERE il Carnevale della tradizione
Davide Porporato, Università del Piemonte Orientale
Matteo Vesa Piludu, Università di Helsinki

BIBLIOTECA CIVICA ‘MICHELE FERRERO’ - CORTEMILIA 
Giovedì 20 febbraio (giovedì grasso), dalle 18 alle 19

Il prossimo incontro di Saper leggere e scrivere è dedicato a LEGGERE il Carnevale della tradizione. Così, per far sì che la serata diventi un contributo anche 'temporale' alla celebrazione del Carnevale, la data è stata anticipata a giovedì 20 febbraio, giovedì grasso.
La modifica è stata fatta in comune accordo con i due relatori d’eccezione: Davide Porporato, professore di Etnologia all’Università del Piemonte Orientale e Mattia Vesa Piludu, docente in Studi sulle religioni, Semiotica della cultura e dell’arte e Musicologia culturale all’Università di Helsinki.
Gli studi approfonditi e la ricerca sul territorio, su cui da anni i due relatori lavorano, non potevano tralasciare la ricerca sui Carnevali della tradizione: sono espressioni fortemente legate alle culture locali, al loro sentire, alla relazione tra mondi naturali e soprannaturali, umani e animali. Evidenziano la capacità di organizzarsi e di far festa insieme attingendo a simbologie universali e ingredienti locali. Il Carnevale è la festa del mondo
Saper leggere e scrivere propone così un altro incontro ispiratore e imperdibile, raccontato con un linguaggio divulgativo e coinvolgente. L’ingresso alla serata è gratuito e la presenza dei bambini è benvenuta con la sala dei ragazzi aperta fino al termine dell'incontro.
Saper leggere e scrivere è organizzata dal Comune di Cortemilia, in collaborazione con l’Istituto comprensivo di Cortemilia-Saliceto, la Biblioteca civica di Alba (centro rete del Sistema bibliotecario delle Langhe) e con il prezioso sostegno di Banca d’Alba, Brovind Vibratori, Pasticceria Canobbio e Cascina Barroero.

Documenti allegati: